L’evoluzione 4.0 per l’industria del legno

Un caso di successo

Azienda

Artoni e Fadani S.r.l.

Artoni e Fadani è un’azienda italiana produttrice di pannelli di compensato e multistrato di pioppo, betulla, faggio ed esotici.

Settore

Produttore di compensati.

Paese

Italia

Aspetto innovativo

AreaMES e AreaM2M

Sfide affrontate

Interconnessione 4.0 dei nuovi macchinari per la lavorazione del compensato di legno.

Soluzione

Implementazione di AreaMES

Risultati

I macchinari dispongono di un software che raccoglie e analizza le statistiche di produzione.

Più informazioni sul cliente

In seguito al successo del precedente progetto di aggiornamento delle interconnessioni 4.0, l’azienda Artoni e Fadani, rinomata per la produzione di compensati e pannelli multistrato di legno, ci ha nuovamente scelto per l’interconnessione di una serie di nuovi macchinari.

Inizialmente, il progetto prevedeva l’uso di un sistema semplice chiamato AreaM2M, che avrebbe raccolto informazioni dai macchinari aziendali e fornito statistiche di produzione attraverso file Excel.

Tuttavia, con l’introduzione di nuovi macchinari per la lavorazione del compensato, che richiedevano una connettività 4.0, abbiamo deciso, in accordo con il cliente, di implementare un sistema MES sia ai macchinari appena introdotti che a quelli già presenti in stabilimento. 

L’obiettivo era centralizzare la raccolta dati ed eliminare la generazione di report tramite Excel.

Procediamo, quindi, con l’interconnessione bidirezionale tra PLC dei vari macchinari al sistema AreaMES, software che raccoglie ed elabora le informazioni per il controllo e la gestione della produzione in ogni momento, e al sistema AreaM2M, software che acquisisce informazioni dalle macchine gestendo diversi protocolli di comunicazione.

La soluzione proposta ha entusiasmato Artoni e Fadani, poiché ha fornito loro un sistema I4.0 di ultima generazione con a disposizione reportistica avanzata in real time. Ma la nostra collaborazione non si ferma qui, è in corso la prossima sfida legata all’efficienza energetica.

Resta aggiornato: iscriviti alla nostra newsletter!

Hai bisogno di qualche informazione in più?