Previeni focolai COVID-19 nella tua azienda!

Perché prevenire?

Si sa, prevenire è meglio che curare!
In questa situazione di emergenza dettata dalla diffusione del Covid-19 la prevenzione è tutto: è fondamentale tutelarsi di fronte ad un possibile scenario di nuovo focolaio che impatterebbe sulla salute dei lavoratori e sulla produttività dell’azienda.
Nel caso di contagio da Covid-19 anche di un solo operatore, l’episodio sarebbe considerato infortunio sul lavoro, inoltre andrebbero applicate le disposizioni sanitarie con il rischio di chiusura dell’impianto e la quarantena per tutti i colleghi per 14 giorni, con gravi conseguenze sanitarie ed economiche.
Per non farsi più cogliere impreparati ed adempiere alle disposizioni del governo, è necessario dotarsi di una soluzione di misurazione della temperatura corporea.
Non una semplice telecamera, ma una termocamera intelligente, altamente configurabile secondo le esigenze del cliente ed integrabile con i sistemi di controllo degli accessi già presenti, senza la necessità di importanti modifiche strutturali od organizzative all’interno dell’azienda.
Un altro aspetto fondamentale riguarda il monitoraggio del numero di persone presenti in un ambiente, in particolare se ad alto affollamento: è fondamentale evitare l’assembramento di un numero elevato di persone ed è possibile farlo attraverso una soluzione di conteggio degli accessi.

Le soluzioni:

Soluzione di rilevazione frontale: si tratta di un terminale di riconoscimento facciale con precisione di +/- 0.5°C, rileva la temperatura fino ad una distanza di 2 metri, senza la necessità dell’ausilio di una persona. Ideale per uffici ed aziende con accessi scaglionati e integrabile al sistema di controllo degli accessi già presente;
Soluzione di rilevazione gate: sono gate di accesso da collocare presso ingressi presidiati e non, con precisione da +/- 0.5°C a +/- 0.3°C a seconda della tipologia, rilevano la temperatura su fronte, polso e palmo fino ad una distanza di 1.5 metri, ideali per aziende di dimensioni maggiori con ingressi presidiati e non, integrabile al sistema di controllo degli accessi già presente;
Soluzione di rilevazione ambientale: è una videocamera per un controllo continuo della temperatura corporea di più persone contemporaneamente, rileva la temperatura fino a 3 metri di distanza, con precisione di +/- 0.3°C grazie ad un sistema di calibrazione (black box), ideale per la gestione di grandi flussi di persone, in zona affollate come mense o luoghi di passaggio.
Soluzione tracking vicinanza: si parla di un dispositivo app mobile o tessera rfid per tracciare le vicinanze tra le persone e tenerne traccia per 30 giorni, così da ricostruire gli eventuali contagi; inoltre, può essere impostato un avviso in caso di distanza inferiore ad 1 metro.
Soluzione conteggio persone: composta da un visore con doppia telecamera, da posizionare a soffitto in prossimità degli accessi, e da un monitor posto all’esterno del locale che mostra in tempo reale il numero di persone presenti all’interno e, attraverso un’intuitiva segnaletica semaforica, autorizza o meno l’accesso.

Tutte le soluzioni possono essere utilizzate in modo complementare assicurando un controllo completo dell’ufficio o dello stabilimento in qualsiasi momento e possono essere posizionate in punti strategici di accesso (ingresso, zone di carico-scarico, accesso a mense-punti di ristoro, ecc.).

Punti di forza:

Distanza di sicurezza: attraverso queste soluzioni  è possibile rilevare la temperatura corporea di tutti coloro che accedono all’ufficio o allo stabilimento senza la necessità dell’intervento di una persona, che si troverebbe esposta al rischio di contagio.
Velocità e precisione: la rilevazione della temperatura corporea avviene in modo automatico ed istantaneo, con una precisione variabile tra +/- 0.5°C e +/- 0.3°C a seconda del sistema adottato
Alert via SMS o email: è possibile predisporre un sistema di alert via sms o email in caso di rilevazione di una temperatura superiore al valore preimpostato di 37.5°C, in questo modo si potrà così procedere ad un secondo controllo, riducendo notevolmente il rischio di contagio.
Incentivi fiscali: grazie alle misure di liquidità previste dal Decreto “Cura Italia” è possibile accedere ad un incentivo economico consistente in un credito d’imposta pari al 50% della spesa sostenuta per l’acquisto di dispositivi di sicurezza atti a proteggere i lavoratori dall’esposizione accidentale a rischi biologici. I limiti di spesa sono stati fissati in un massimo di 20.000 euro e nel limite complessivo massimo di 50 milioni di euro per l’anno 2020.

Contattaci per maggiori informazioni